Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Leggi_regolamenti

 

Leggi_regolamenti

 

              LEGGI E REGOLAMENTI PER L’ESPORTATORE STRANIERO
 
      Il governo angolano sta compiendo apprezzabili sforzi per armonizzare la legislazione, tuttora di eredità coloniale e fondata su una miriade di regolamenti interni e decreti ministeriali spesso contrastanti, per favorire l’interscambio commerciale e per dotare il settore di un corpo giuridico più snello, di più facile comprensione per l’operatore straniero ed in linea sia con la realtà economica regionale e mondiale sia con gli impegni e gli strumenti di cui il Paese è parte a livello internazionale.            

    Nell’aprile del 2004 è entrato in vigore il nuovo tariffario sui dazi e le dogane che consiste in una tabella conforme con quanto stabilito dall’Organizzazione Mondiale delle Dogane. Il nuovo tariffario presenta sei livelli di aliquote daziarie. Esso mira da un lato a promuovere la produzione interna scoraggiando l’importazione di beni che possono essere prodotti nel Paese, dall’altro offre alcune facilitazioni per l’importazione di materiali necessari ad una rapida ricostruzione e ripresa economica dell’Angola.            

    Il 16 agosto 2006 è entrato in vigore il decreto-legge che ha introdotto un nuovo regime sulle ispezioni pre-imbarco (REGIPE), che prevede oneri  più elevati a carico dell’importatore (0,75 % sul valore dichiarato) per le ispezioni su prezzi e controlli di qualita’ tecnici, sanitari e commerciali sulle merci sia in entrata che in uscita dall’Angola. Il regolamento di attuazione viene rigidamente applicato dalle Autorita’ doganali. Oltre alla BIVAC sono state abilitate ad operare in Angola altre due agenzie certificate, la SGC e la Cotecna. E’ stato inoltre ribadito l’obbligo, sinora largamente disapplicato, delle descrizioni e dell’etichettatura dei prodotti in lingua portoghese.

    Dal 2 gennaio 2007 è in vigore il nuovo codice doganale.            

    Una delle novità di maggior interesse consiste nella regolarizzazione delle transazioni elettroniche. L’intera materia è stata attribuita dal Ministero delle Finanze angolano alla Direzione Nazionale delle Dogane che, con  un vasto programma di modernizzazione tuttora in corso, sta migliorando la qualita’ ed il livello dei servizi offerti. Per ulteriori approfondimenti si consiglia di consultare, in lingua inglese e portoghese, il nuovo sito delle Dogane www.alfandegasdeangola.com


31